Tradurre un sito web: perché è così importante

1332018
translate img

Chiunque si trovi a parlare la propria lingua durante un viaggio all’estero o addirittura durante una permanenza prolungata si sente, almeno per un attimo, vicino a casa. Chiunque viva la stessa esperienza su un sito web che offre informazioni, suggerimenti o possibilità di acquistare prodotti parlando la propria lingua prova la stessa sensazione e, statisticamente parlando, chiunque ritrovi la propria madrelingua visitando un portale risulta ben quattro volte più propenso ad effettuare acquisti o trascorrere più tempo su quella stessa pagina.

La strategie della website localization, a tal proposito, suggeriscono quanto sia importante per società o soggetti business avere un sito web multilingua.

L’internazionalizzazione e la digitalizzazione di un’azienda sono infatti, ad oggi, temi caldissimi su cui riflettere qualora non ci si voglia trovare in netta difficoltà in uno scenario in cui scambi economici e culturali diventano sempre più globali e meno circoscritti al proprio territorio.

Esserci, sul web, è oramai fondamentale. Esserci per tutti è il nuovo standard da applicare.

Tutto ciò ci proietta verso un mercato globale che, se non analizzato in precedenza, potrebbe ritorcersi contro i nostri affari imponendo costi maggiori, competitor più agguerriti e aumento di risorse interne dedicate al mercato estero.

Ecco quindi alcune linee guida da seguire per far si che il lancio fuori confine avvenga con successo:

  • Identificare la natura del traffico e la provenienza dello stesso. Tradurre i propri contenuti per mercati non idonei si rivelerebbe perdita di tempo e denaro
  • Differenziare il proprio sito utilizzando domini differenti e dedicati ad uno specifico mercato potrebbe essere valida alternativa alla traduzione simultanea di una stessa pagina
  • Per quanto possa sembrare conveniente, affidarsi a risorse interne all’azienda per tradurre e riscrivere la sintassi del sito in lingua può rivelarsi del tutto controproducente. L’intelligenza artificiale di Google Traduttore continuerà a mietere vittime del genitivo sassone e, senza un adeguato supporto IT, il proprio sito potrebbe risultare incompleto e poco funzionale
  • Lo sguardo sempre ben puntato alla SEO metterà poi il suggello ad ogni sito creato a regola d’arte. Una SEO strategica però, volta a individuare parole chiave variabili secondo la varietà dei paesi raggiunti
  • I contenuti infine, se ben adeguati ai paesi verso cui ci si rivolge, faranno il loro gioco. L’utente passerà più tempo su un sito che parla la propria lingua, ne passerà ancor di più se interessato a ciò di cui si parla.

La propria immagine che veste lingue diverse sarà quindi il miglior biglietto da visita per ampliare i propri orizzionti. Una valida web agency che riesca a valutare le necessità del cliente e le traduca poi nella lingua scritta e parlata del mondo web confezionerà il passaporto più adatto per inizare il proprio viaggio.